domenica 1 febbraio 2015

Aspettando S.Valentino #2: menù per una cenetta per due



L'anno scorso non vi ho raccontato del mio San Valentino perché ero in un periodo di pausa dal blog. Quindi il post sulla cenetta romantica organizzata da me medesima, fidanzata amorevole (che caro A. non trovi mica facilmente altrove #sallo), ve lo beccate adesso. Chissà, magari trovate qualche idea che vi ispiri.
Mi ricordo che non mi andava di uscire per andare in uno di quei ristoranti con le cene organizzate (che abbiamo provato altri anni e non mi hanno fatto impazzire). Non volevo neppure buttarmi sulla pizza d'asporto e poi era il primo anno di convivenza.
Insomma ho voluto fare da me, preparando piatti e decorazioni molto semplici perché non sono per niente brava con gli attacchi d'arte e gli addobbi.
Questo è il Menù, non so se si legge, l'ho realizzato con "Red Stamp" un'app di cui ho già parlato qui.



Il nome scelto per il mio ristorante è "Le Brodaglie" perché il simpaticone di A. qualche giorno prima se ne era uscito con un "donna, quale delle tue brodaglie hai preparato stasera?"

Ho preparato un piccolo aperitivo a buffet che consisteva in tartine con crema di noci e radicchio, e con gorgonzola e radicchio, poi involtini di speck con gorgonzola e pere, arachidi alla paprika e le patatine preferite di A.



Anche l'antipasto è stato molto semplice. Un cestino di parmigiano con bresaola arrotolata a formare delle roselline e una base di rucola. Il cestino mi preoccupava, invece è molto semplice da realizzare: si sparge il parmigiano fino a formare un cechio in una padella calda e appena si solidifica si mette a prendere la forma su una ciotolina capovolta. L'unica cosa è che secondo me è più bello che buono: salatissimo da mangiare!



Il pezzo forte è stato il primo: i raviolini ripieni di crema di noci con radicchio.
A me il radicchio piace tantissimo, sono un'amante dell'amarognolo. In questo caso l'ho tagliato a listarelle, fatto saltare in padella con un po'di scalogno poi ho aggiunto un po' d'acqua e continuato la cottura con un coperchio.
Per i raviolini ho usato la ricetta classica 1 uovo ogni 100g di farina e poi ho tagliato i cuoricini con una formina per biscotti. Per il ripieno ho usato la crema di noci già pronta di Giovanni Rana. Negli anni ho testato varie sottomarche ma non mi sono piaciute per niente, certo se siete più nonnepapere di me, l'ideale sarebbe prepararla in casa.






Il tutto è stato innaffiato da un buon Nero D'Avola.
Il dolce l'ho acquistato perchè avevo già spadellato abbastanza e volevo docciarmi, mettermi carina e rilassarmi mentre aspettavo A. Non sono carini questi piccoli red velvet cupcake?



Questo è il mio piccolo "studio-salottino" vestito di rosso per l'occasione con un piccolo tavolo apparecchiato per due con tanto di candela. Sui piatti ho messo dei piccoli peperoncini a formare un cuoricino. Naturalmente in un secondo di distrazione ho trovato Marchesa la iattazza su due zampe, che cercava di acchiappare il peperoncino con le altre due. E via di sgridata e cambio piatto. Ma lei è così gattosa e peluchosa che si fa perdonare subito.




E niente, questo è stato il nostro San Valentino molto casereccio, spesa totale circa 30 euro. Niente di troppo pretenzioso, negli ultimi anni abbiamo preferito serate molto "easy" e sfruttiamo il pretesto della festa degli innamorati più che altro per ricordarci che sappiamo essere romantici anche dopo undici lunghi anni.

E voi? Di solito preferite cena fuori o intima a casetta?



10 commenti:

  1. Mi piace l'idea che hai avuto, specialmente i ravioli :) noi non faremo niente per San Valentino e leggendo questo post ho pensato che potrei fare una bella cenetta!

    RispondiElimina
  2. Ommioddio sei stata bravissima*__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo a confronto di quello che fanno certe creative che seguo su Pinterest e Instagram, mi sento un'incapace, però premiamo l'impegno e il pensiero :D

      Elimina
  3. Ma quanto sei stata carina? :) A. ha apprezzato? Cavolo, pure i ravioli...non ti è mancata l'intraprendenza :')

    brava e bella ♡

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sììì dovevate vedere la sua faccia, perchè io gli avevo detto che avrei preparato qualcosina alla buona in casa, visto che lui lavorava tutto il giorno! Quando il giorno dopo i suoi amici ci chiedevano "che avete fatto ieri?" lo raccontava tutto orgoglioso *_*

      Elimina
  4. Ciao!! Piacere di conoscerti! che idea originale questo blog, un love blog. mi piace!
    Quest'anno anche noi staremo a casa, dopo l'ultimo S.Valentino in un ristorante greco gomito a gomito con quelli di fianco e con prezzi del menù raddoppiati e attesa lunghissima. Questa volta preparo una cenetta io, tra l'altro è di sabato quindi avrò tutto il tempo necessario. avevo pensato anche io a fare la pasta in casa ma ultimamente Ego l'ha fatta spesso quindi bocciata, penso di saltare proprio il primo e andare con ricchi antipasti, secondo e dolce. Mi piace tantissimo il tuo cestino di parmigiano, mi sa che te lo copio!
    E quest'anno voi cosa farete?
    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie! :) Sì è vero in queste giornate purtroppo se ne approfittano, prezzi alle stelle e intimità pari allo zero perché prendono più ordinazioni possibili. Quest'anno noi non sappiamo ancora, io avevo proposto notte in un agriturismo nelle vicinanze e di passare la domenica in giro per il paesino. Ma abbiamo il problema della gatta che soffre la solitudine e una notte intera non può esser lasciata da sola, comincia a miagolare dietro la porta svegliando tutto il condominio! In più forse A. proprio in quei giorni deve scendere a Suacittà, Quindi non so perché ho questa sensazione di san valentino che salta quest'anno!

      Elimina
    2. anche noi siamo gatto muniti... in realtà abbiamo fatto il bis di recente, maschietto e femminuccia. Quindi come gestite le vacanze? povera micia... i miei non piangono, fanno un po' gli offesi quando torniamo e basta... anzi, ora che sono in due pare non gli importi proprio se non ci siamo!!

      Elimina
    3. La lasciamo a casa dai miei genitori o della madre di A. che ha un'altra gatta con cui va d'accordo. Quando il fine settimana capita che torno al Paesello,lei appena vede la valigia praticamente si infila nel trasportino con la paura che la lasciamo sola e non dice una parola per tutto il tragitto in macchina! :)

      Elimina
  5. Al Nero d'Avola mi hai conquistata! :-D

    RispondiElimina